Aspettando le Ferie Latinae a Marino – 27 Maggio 2016

Nell’ambito della IV edizione rievocativa delle Ferie Latine (21-29 maggio 2016), che si svolgeranno nei Castelli Romani a ricordo della principale festa degli antichi popoli latini, l’Archeoclub “Colli Albani”, in collaborazione con le associazioni Slow Food, Green Mind, Storico Cantiere e Vivi Marino, ha organizzato per venerdì 27 maggio una visita guidata sui luoghi della ninfa Ferentina e del Caput Aquae, l’attuale Parco Colonna, bosco di Marino, dove 3.000 anni fa i capi delle città latine si riunivano in assemblea anche prima della nascita di Roma. L’appuntamento è alle ore 17,30 sul Piazzale della stazione ferroviaria di Marino, da dove si proseguirà per il Parco Colonna. Qui, lungo il percorso, saranno rievocati storia, miti, leggende del più remoto passato del territorio castellano e fatta provare ai partecipanti la favolosa atmosfera di musiche pastorali eseguite dalla ninfa Ferentina. Quindi alle ore 20,00 presso il ristorante “For de porta” in piazza Garibaldi n. 18 sarà possibile sperimentare un inedito percorso archeo-gastronomico per scoprire cosa mangiavano i Latini cinque secoli prima di Roma, con musiche e abiti d’epoca.

PROGRAMMA:
ore 17,30 – Dal Caput Aquae Ferentinae all’Acquasanta. La fonte del mito (visita guidata)
ore 20,00 – Il gusto dei Latini (cena)

L’iniziativa coinvolgerà per la prima volta il territorio e la comunità di Marino nella manifestazione a carattere storico delle Feriae Latinae, giunta ormai alla sua quarta edizione. Con essa si intende celebrare l’antica festa istituita dalle popolazioni del Lazio che si svolgeva in gran parte proprio a Marino: in occasione delle Feriae, che si tenevano in primavera e si articolavano in tre giorni di celebrazioni, i rappresentanti di tutte le città latine, una volta deposte le armi e sospeso qualsiasi dissidio, si riunivano presso la sorgente sacra alla ninfa Ferentina, nel bosco di Marino, e salivano in processione lungo la Via Sacra sul Mons Albanus per raggiungere il tempio di Iuppiter Latiaris, presso il quale si sacrificava un toro bianco; i festeggiamenti si concludevano con un grande banchetto comune presso le sorgenti della ninfa Ferentina, localizzate all’interno dell’attuale Barco Colonna, al quale seguivano giochi e spettacoli.
Le Feriae Latinae avevano nel mondo antico un grande valore sociale e la sua rievocazione storica, articolata in diverse iniziative quali conferenze, visite guidate, progetti archeologici, organizzate coralmente da un folto gruppo di associazioni culturali dei Castelli Romani, nasce con lo stesso spirito di appartenenza e di positiva collaborazione e sui valori di uguaglianza e di rispetto che hanno ispirato la manifestazione antica.
L’Archeoclub “Colli Albani” contribuisce alla manifestazione con un evento articolato in due tempi volto ad illustrare i luoghi del territorio marinese in cui si svolgevano gli antichi rituali, che hanno infatti mantenuto nei secoli il loro carattere sacrale, e a riproporre con una cena d’epoca le vivande della cucina agropastorale degli antichi popoli latini che venivano consumate nei siti appena visitati.
L’evento si articolerà, dunque, in una visita guidata da personale abilitato dal titolo “Dal Caput Aquae Ferentinae all’Acquasanta: la fonte del mito”, che si svolgerà tra il Barco Colonna e il parco dell’Acquasanta, e in una cena presso la suggestiva cornice di una tipica cantina, durante la quale, anche grazie al prezioso ausilio della professionalità di altre realtà associative locali (@Condotta Slow Food di Marino e Castel Gandolfo, GreenMind Marino – Bene Comune della Terra e @lo storico cantiere), si interpreterà “Il gusto dei Latini” sulla base di antiche ricette tramandate dalle fonti.

Per info e prenotazioni: 069386783 (Ristorante “For de’ porta”) – 3336723842 (Archeoclub Colli Albani)
MENU CENA DEI LATINI

Share on Facebook